martedì 9 febbraio 2010

Santa Cruz Nomad 2.0

Curva di progressione rivista per il VPP di seconda generazione. Biella superiore in carbonio, biella inferiore dotata di ingrassatore. Carro posteriore accorciato e tubo orizzontale più lungo. 300 grammi più leggera della versione precedente e un interessante attacco ISCG 05 pratico per tendicatena o per Hammerschmidt.
Bla bla bla. Bla bla bla.
Cosa potremmo dire sul Nomad 2.0 che non sia già stato detto?
Cosa si dovrebbe scrivere su una bicicletta che con il suo debutto ha definito un nuovo canone estetico e funzionale per il segmento? E che con la seconda generazione ottimizza ulteriormente la sua performance ponendola tra le protagoniste indiscusse del mondo enduro.
Forse il miglior modo di celebrare Nomad 2.0 di Santacruz è condurla su magistrali percorsi adatti al suo carattere, magari quelli che hanno fatto da sfondo alla gara del Superenduro di Sestri Levante, per godere di un'ottima bici in una giornata di piacevole sole in questo inverno infinito.
Santa Cruz Nomad (foto alta risoluzione)
more info: santacruzbicycles.com
Santa Cruz è distribuita in Italia da DSB.

2 commenti:

  1. Queste persone (ciclisti ?) che comperano codeste bici e che poi le cavalcano, ma dove andremo a finire ???
    Non mi posso immaginare la guida di questi cammelloni con gobbe e con andatura oscillante

    E poi ste sopensioni sti bashssssee, non se ne può più.

    Complimenti bellissima bici, come va ?

    RispondiElimina
  2. ma zio, non ne hai una uguale?

    RispondiElimina